Il DL 104 del 14 Agosto 2020, cd Decreto Agosto, pubblicato in Gazzetta Ufficiale mentre qualcuno di noi era sotto un ombrellone in spiaggia, tra le tante misure per il rilancio dell’economia e dell’occupazione prevede nell’art.6 lo sgravio dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro per un periodo massimo di sei mesi decorrenti dalla data di assunzione. La regolarizzazione del dipendente deve avvenire tra la data del 15 di agosto e quella del 31 di dicembre 2020. Rimangono esclusi i rapporti di lavoro domestico (colf e badanti) in quanto considerati atipici, il settore agricolo e contratti di apprendistato. Particolarmente interessante la possibilità di fruire dell’esonero contributivo anche in caso di trasformazione di contratti a termine con tempo indeterminato e soprattutto del cumulo con altri esoneri o riduzioni di aliquote. L’importo massimo che ci verrà “scontato” in f24 è di 8.060€ su base annua. Dopo mesi di calo dei livelli di occupazione queste misure saranno sufficienti a far risalire la curva degli occupati? E soprattutto essere un volano per l’economia creando stabilità lavorativa, aspettative positive e rilancio dei consumi?